Vicini alla tua azienda. Molto vicini.

Torniamo al focus sulle ASD, Associazioni Sportive Dilettantistiche: come trattare i compensi amministrativo gestionali e le Co.Co.Co (contratto di collaborazione coordinata e continuativa)?

Il TUIR, (DPR 22 dicembre 1986, n. 917) attribuisce la qualifica di redditi diversi alle indennità di trasferta, ai rimborsi spese, ai premi e compensi erogati nell’esercizio diretto di attività sportive dilettantistiche dal CONI, dalle Federazioni sportive, dagli EPS, ecc…

Secondo una prima interpretazione restrittiva, rientrava nella norma “l’esercizio diretto dell’attività sportiva”, escludendo quelle attività non strettamente sportive.

Una prima estensione si ebbe da parte dell’Agenzia delle Entrate nel corso della risoluzione n. 34/E del 2001 nella quale l’Ufficio riteneva applicabile tale disposizione anche a figure diverse dagli atleti, quali tecnici, arbitri, giudici di gara.

Il legislatore è intervenuto successivamente inserendo, nell’art. 67 comma 1, lettera m) del TUIR l’aggiunta “…anche ai rapporti di collaborazione coordinata e continuativa di carattere amministrativo-gestionale di natura non professionale resi in favore di società e ASD”, senza però fornire specifici chiarimenti su tali figure.

 

Le novità 2018 del TUIR: le attività amministrativo gestionali per le ASD sono Co.co.co

Finalmente con la legge di Bilancio per il 2018 l’art. 1, comma 358 della legge 205/2017 è stato stabilito che “le prestazioni di cui all’art. 2, comma 2, lettera d) del decreto legislativo 81/2015*, individuate dal CONI, costituiscono oggetto di collaborazione coordinata e continuativa”.

In pratica, tale norma ha inteso evitare che le singole Federazioni sportive potessero interpretare a loro discrezione l’estensione della norma alle figure di carattere amministrativo.

Ad oggi siamo in attesa di delibera CONI in tal senso. Intanto qui il testo del TUIR aggiornato con le modifiche da ultimo introdotte dalla L. 27 dicembre 2017, n. 205 e dal D.L. 16 ottobre 2017, n. 148.

Si segnala inoltre che dal 2018 tali compensi sono detassati fino al limite massimo di € 10.000.

Se la tua ASD ha figure che svolgono attività di natura amministrativo-gestionale, puoi rivolgerti a noi per verificare la correttezza di quanto finora effettuato e di come gestire in futuro la loro tassazione. Contattaci a info@yopadvisors.com

 

 

* d) alle collaborazioni rese a fini istituzionali in favore  delle associazioni e  società  sportive  dilettantistiche  affiliate  alle federazioni sportive nazionali, alle discipline sportive associate  e agli enti di promozione  sportiva  riconosciuti  dal  C.O.N.I.,  come individuati e disciplinati dall’articolo 90 della legge  27  dicembre 2002, n. 289, ovvero: “ai rapporti   di   collaborazione   coordinata   e   continuativa  di  carattere amministrativo-gestionale  di  natura  non  professionale  resi in favore di società e associazioni sportive dilettantistiche.