“Sono impressionato da come tratti gli altri.”

 

Non sono impressionato dalla tua posizione, dal tuo titolo o dai tuoi soldi. Sono impressionato da come tratti gli altri.

                                                                                                                 (anonimo)

 

Siamo rimasti folgorati da questa frase di Oleg Vishnepolsky, su LinkedIn. Affascinati al punto di dedicarle un post.

Perché? Perché Vishnepolsky, Global CTO (Direttore Tecnico) al DailyMail Online e a Metro.Co.Uk, ci riporta a riflettere sull’altruismo.

Anzi, nel post Vishnepolsky fa un lungo elenco delle cose che apprezza. E approfondisce la nostra riflessione (e anche il nostro, di apprezzamento).  

 

 

“Fai del bene agli altri non per chi sono loro, ma per chi sei tu.”

 

Sono impressionato da:

 

Chi aiuta chi sta cercando lavoro mettendo like e commenti ai loro post;

Chi aiuta gli altri nonostante stia faticando a gestire le proprie difficoltà;

Chi cerca di vedere i lati positivi in ogni persona che incontra;

Chi è come un raggio di sole per gli altri nelle situazioni negative;

Chi tratta chiunque con rispetto, non solo chi hanno bisogno di impressionare;

Chi mantiene integrità ed onestà nonostante la pressione cui è sottoposto;

Chi difende le persone che non riescono a difendersi da sole;

Chi è grande abbastanza da ammettere i propri errori, e forte abbastanza da correggerli;

Chi si prende il rischio di dare a qualcun altro un’opportunità;

Chi considera un giorno sprecato se non riesce ad aiutare qualcuno che non potrà mai ripagarli;

Ma, soprattutto, sono impressionato da persone come te: che si alzano ogni giorno, si presentano, danno tutto quello che hanno e non si arrendono mai.

Oleg Vishnepolsky

 

Perché essere altruisti significa essere onesti e votati all’integrità

 

Riflettere sull’altruismo ci fa pensare anche al perché lo si è: si è altruisti non per averne un ritorno. Si è altruisti quando si fa del bene in maniera disinteressata: o, meglio, disinteressata nei confronti di se stessi, ma interessata nei confronti di un bene più grande.

E questa si chiama integrità: coerenza con degli ideali e dei principi. Un altro suo nome è onestà.

 

Crediamo, quindi, che sia un argomento di grande attualità.

Anche perché un atteggiamento altruista e positivo è un’ottima predisposizione alla leadership, come abbiamo già visto.

Non fosse altro che per il fatto che essere altruisti riduce lo stress, come acclarato da una ricerca dell’università di Yale.

 

Quindi, essere altruisti paga. E voi? Che ne pensate?



Vuoi approfondire? La tua opinione ci interessa! Scrivici e ti ricontatteremo.