Una tassazione agevolata per la Patent Box

La misura del Patent Box, contenuta nel Piano Impresa 4.0, e attiva dal 2015, è stata confermata anche per il 2019.

Che cosa vuol dire quindi? Che anche per quest’anno, come spiegavamo nell’anno passato, le aziende che utilizzano beni immateriali, come:

  • opere di ingegno,
  • brevetti,
  • software protetti da copyright,
  • disegni e modelli,
  • informazioni aziendali,
  • esperienze tecnico industriali.

 

Una tassazione che in realtà è una detassazione: confermata l’aliquota al 50%, verrà considerata tassabile la metà dei redditi ottenuti dall’impiego di tutti gli strumenti immateriali di cui sopra.

In pratica, l’azienda otterrà una riduzione delle aliquote IRES e IRAP del 50% sui redditi d’impresa connessi all’uso diretto o indiretto (ovvero in licenza d’uso) di beni immateriali sia nei confronti di controparti terze che correlate (società infragruppo).

 

Un argomento in grande considerazione (e continua evoluzione)

 

La Patent Box è una misura molto appetibile per le aziende, ma c’è bisogno di continuo aggiornamento sulla normativa, sia per gli addetti ai lavori che per i beneficiari finali.

Per questo vogliamo ricordare che il 29/10/2018 il socio di YOPAdvisors François Gualtieri ha partecipato come relatore al corso organizzato da Giuffrè Francis Lefebvre “Patent Box: criteri applicativi ed esperienze operative”.

Il focus dell’approfondimento di YOPAdvisors era sull’ambito tributario: ovvero tutta quella parte di chiarimenti sull’effettiva applicazione della misura, in casi specifici e particolari.

Come, ad esempio, la valutazione se la misura può essere richiesta non solo per l’acquisto dei software ma anche, per esempio, per i canoni di aggiornamento o manutenzione o sviluppi di funzionalità aggiuntive o migliorative (Risposta: “La richiesta dell’istante di considerare agevolabili le attività di concessione in uso del prodotto possa essere valutata positivamente se consistenti nelle attività di implementazione, aggiornamento, personalizzazione e customizzazione del software, in considerazione dell’obbligatorietà, prevista dalla norma, di svolgere un’attività di ricerca e sviluppo.

Quindi è importante riuscire a provare la correlazione tra il ricavo e l’attività di ricerca e sviluppo svolta e quindi che il canone che addebito deriva dalle implementazioni del software rispetto alla licenza base”.)

Oppure se sono agevolabili redditi realizzati a seguito di utilizzo di software in versione cloud (Risposta: “il semplice canone per collegamento in Cloud Cloud non è ricavo agevolabile perché manca a monte un’attività di sviluppo, di mantenimento e di accrescimento del software con prerogativa autoriale.”)

 

Come e perché usufruire della Patent Box?

 

La misura della patent box ha numerose ricadute positive. Tra queste contiamo: 

  • attrarre investimenti di lungo termine nazionali ed esteri nel mercato italiano;
  • incentivare la collocazione in Italia dei beni immateriali attualmente detenuti all’estero ed incentivarne mantenimento evitandone la ricollocazione all’estero;
  • stimolare l’investimento in attività di Ricerca e Sviluppo.

 

Quindi, tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa, il cui reddito derivi dall’utilizzo di beni immateriali, possono usufruire di questo valido beneficio, a patto che il contribuente conduca attività di R&S connesse allo sviluppo e al mantenimento dei beni immateriali.

Sono escluse dalla fruizione della misura le società assoggettate a procedure di fallimento, alle procedure di liquidazione coatta amministrativa e di amministrazione straordinaria delle grandi imprese in crisi e coloro che determinano il reddito con metodologie diverse da quella analitica.

L’opzione ha la durata di cinque anni e viene esercitata nella dichiarazione dei redditi e decorre dal periodo d’imposta al quale la medesima si riferisce. Se l’opzione viene esercitata nel modello redditi 2019 la stessa vale dal 2018 al 2022.

Nel caso di utilizzo diretto dei beni immateriali, l’opzione per il regime di tassazione agevolata ha efficacia dal periodo d’imposta nel quale è presentata l’istanza di ruling con la quale viene determinato il contributo economico alla produzione del reddito d’impresa.

 

Il valore economico e di sviluppo della patent box

 

La patent box ha notevole valore per le PMI, sia economico che di sviluppo: ed è per questo che YOPAdvisors studia e lavora per proporre ai propri clienti di usufruire della misura. È un’opportunità di crescita e innovazione, che sono cifra della nostra impronta e impostazione lavorativa.

Possiamo indagare con te le possibilità della tua impresa di accadere alle agevolazioni di patent box, ricerca e sviluppo o altre misure innovative. Basta inviare una email di contatto a info@yopadvisors.com



Vuoi approfondire? La tua opinione ci interessa! Scrivici e ti ricontatteremo.